Rilevazione dei siti d’interesse storico, in Calabria 1806 – 1815. (30/10/2009) - Murat Onlus

Vai ai contenuti

Menu principale:

Regno Murattiano > Risorgimento del Sud
Università Mediterranea di Reggio Calabria
Rilevazione dei siti d’interesse storico, in Calabria 1806 – 1815.
Alla Cortese Attenzione del dott. Giuseppe Pagnotta
Presidente dell’Associazione Culturale “ G. Murat ”
Pizzo Calabro
Anteprima del tema di ricerca:
Rilevazione dei siti d’interesse storico, urbanistico e ambientale sulle architetture di culto, di edilizia civile-nobiliare e fortificata del decennio francese in Calabria 1806 – 1815.
Il tema di ricerca del corso di Rilievo Architettonico e Urbano - RAU, della Facoltà di Architettura - Università Mediterranea di Reggio Calabria è improntato sulla rilevazione dei siti d’interesse storico coinvolti negli eventi del Decennio Francese in Calabria.
Il corso è condotto con la collaborazione dell’Associazione Culturale “G. Murat” di Pizzo Calabro, presidente Dott. Giuseppe Pagnotta, e in considerazione delle linee guida espresse dalla Legge Regionale n. 2 del 15.01.2009 della Regione Calabria.
Nel tema di ricerca si vuole avviare un programma di studi che tenta di rendere visibili i luoghi delle vicissitudini e del passaggio delle forze imperiali francesi sui seguenti centri urbani di Fiumefreddo Bruzio, Lamezia Terme, Maida, Mileto e Pizzo Calabro.
L’esperienza sperimentale vede impegnati circa 100 studenti della Mediterranea nell’intento di fornire gli elementi necessari alla conoscenza diretta dei singoli casi. La ricerca si avvarrà di studi condotti attraverso descrizioni di cartografie e nella documentazione delle emergenze architettoniche e dei manufatti indicativi per un regesto fisico e territoriale di un’area vasta.
Una sorta di road-map che definisca, in modo inequivocabile, un luogo diffuso che invade l’intera Calabria e che vede nel maniero di Pizzo il volto scalfito dove si ricorda l’ultimo addio.
Il corso di Rilievo Architettonico e Urbano è diretto dal prof. Gianni Brandolino con la collaborazione degli archh. Manuela Bassetta, Alessandro Ciliberto, Daniela Chilà, Andrea Gioco, Gianna Maione, Leonardo Strati, Vincenzo Lucisano

Torna ai contenuti | Torna al menu