Murat Onlus

Libertà, Legalità e Solidarietà





Valorizza i giovani, lotta per il diritto al lavoro e la dignità della persona, da respiro alle energie sane della società e alle sue attese di rinnovamento, apre prospettive a saperi nuovi e all'innovazione, aiuta chi è senza diritti, lega in un nuovo patto civile i vecchi ed i nuovi italiani, conserva e tutela  il nostro patrimonio storico-culturale, civile, religioso, di risorse umane e naturali di immenso valore.

Welcome

ASSOCIAZIONE MURAT ONLUS. L’Associazione culturale Gioacchino Murat è un’associazione no profit che opera nei  settori della conservazione e valorizzazione dei beni storici e culturali, nonché nella diffusione della conoscenza della Storia.

 

 Le metodologie impiegate oltre che i classici  Convegni, Seminari, ecc. si estendono anche a quelle moderne delle Rievocazioni Storiche, nelle quali si vuole rivivere i fatti della Storia per come sono realmente avvenuti nell’epoca di riferimento. Per perseguire le proprie finalità, ampio spazio nell’attività sociale viene lasciato all’uso delle nuove tecnologie attraverso siti web dedicati, account di contenuto storico su Facebook e via discorrendo.


IL PERIODO STORICO. Il periodo storico focalizzato dall’Associazione è il periodo a cavallo tra fine Settecento ed inizi Ottocento, è il periodo della Rivoluzione Francese e dell’Impero Napoleonico. Sono periodi storici che anche in Calabria hanno fatto sentire i loro riflessi apportando alla Società del tempo modifiche rivoluzionarie che l’hanno cambiata in modo definitivo. Le riforme realizzate da Giuseppe Bonaparte e Gioacchino Murat sono state confermate, quasi tutte, dopo la restaurazione borbonica. Murat fù anche il primo capo di stato che, con il Proclama di Rimini e la Campagna d’Italia del 1815, invitò gli Italiani alla unità nazionale divenendo in tal modo un antesignano del Risorgimento Italiano. Con lo sbarco a Pizzo egli voleva riconquistare il suo Regno e forse riunificare l’Italia. Infine Murat a Pizzo trovò la morte per fucilazione avvenuta nel cortile interno del Castello ed a Pizzo giace sepolto nella terza fossa comune all’interno della Chiesa Matrice di San Giorgio Martire.


 

GLI SCOPI SOCIALI PREVALENTI. Gli amici della Murat Onlus, circa una cinquantina di soci, costituendosi legalmente con atto notarile in Associazione no profit, (vedi articolo a fianco) hanno ritenuto e ritengono che la memoria storica di questi avvenimenti meritasse di essere  conservata e valorizzata in quanto pezzo importante non solo della storia della Città di Pizzo ma di tutta la Calabria. Qualcuno ha detto che un popolo senza storia non ha alcun futuro, ebbene noi la storia l’abbiamo ma dobbiamo anche conoscerla per costruire il nostro futuro. Anche a questo serve l’opera della Murat Onlus. Oggi storia e cultura sono diventati degli attrattori di flussi turistici che nelle Città d’Arte hanno gli esempi più eclatanti. Anche la Murat Onlus vuole dare con la propria attività un valido contributo in tal senso. Ulteriori obiettivi sono il mantenimento e l'accrescimento del Museo Provinciale Murattiano e della Biblioteca Monotematica Murattiana costituiti dall'Associazione in partner ship con la Provincia di Vibo Valentia ed il Comune di Pizzo.


ATTIVITA' SOCIALE. L'evento più importante organizzato dall'Associazione sono "LE GIORNATE MURATTIANE" sigla riassuntiva della maggior parte degli eventi culturali realizzati nell'arco dell'anno. L'evento più importante sia per personaggi coinvolti che per le risorse economiche necessarie è la Rievocazione storica dello Sbarco, arresto, condanna e fucilazione del Re Gioacchino Murat, che viene organizzata con periodicità biennale. Poi seguono i Convegni su temi attinenti gli obiettivi dell'Associazione, la presentazione di Libri, incontri culturali vari con la musica, la pittura, il bel canto, la letteratura, la storia e così via avendo sempre presente l'obiettivo fondamentale della diffusione della cultura e della storia in particolare. L'Associazione ha al suo interno due gruppi storici di cui il primo ricostruisce la Corte di Re Gioacchino Murat con annesso Corpo di Ballo storico dell'800, mentre il secondo ricostruisce il 5° Reggimento di Fanteria di Linea dell'Esercito Napoletano. Questi Gruppi storici in costumi d'epoca hanno consentito e consentono ai nostri soci e simpatizzanti di partecipare alle Rievocazione storiche realizzate in altre realtà territorioali tipo Parigi, Tolentino, Amantea, Alezio, ecc. e quindi di realizzare degli scambi culturali di grande spessore. Costituiscono da ultimo una solida base sulla quale costruire le nostre rievocazioni storiche.


VITA DELL'ASSOCIAZIONE.

 L'Associazione è un'Onlus regolarmente iscritta all'Albo delle Onlus tenuto dalla Direzione Regionale dell'Agenzia delle Entrate della Calabria, cosi come è riconosciuta dalla Regione attraverso l'iscrizione all'Albo Regionale degli Enti Culturali Calabresi, è costituita con atto notarile e dichiarata a tutti gli Uffici competenti. E' basata su principi democratici, tutte la cariche durano tre anni e sono elettive e rinnovabili. Ha, infine, un'importante collaborazione con il Comune di Pizzo per la ricerca delle ossa del Re Gioacchino Murat, la creazione della Piazza Murat dotandola di una statua a ricordo della presenza a Pizzo di questo grande personaggio della storia europea e mondiale. L'iscrizione è libera su semplice domanda da presentare in forma libera all'indirizzo email info@murat.it, domanda che dovrà essere esaminata ed approvata dal Consiglio Direttivo. La iscrizione prevede il pagamento di una tessera  annuale di  € 20,00. Per ogni ulteriore informazione potete contattare il Presidente che attualmente è il Dottore Giuseppe Pagnotta - Telefono Ufficio 0963/532218. 

 

 

Storia maestra di vita

"La storia è testimone dei tempi, luce della verità, vita della memoria, maestra della vita, nunzio dell'antichità" CICERONE (106 a.C-43 a.C.)"

 

 

Associazione Culturale Gioacchino Murat Onlus di Pizzo

- iscritta al Registro degli enti ed Associazioni culturali della regione calabria  - Codice Fiscale e Partita Iva 02521880795  - 
 Presidente Giuseppe Pagnotta
 

Costituita con Atto a rogito del Notaio Giampiero Monteleone di Vibo Valentia, Repertorio n. 22258 Raccolta n. 7369   l’Associazione Culturale “Gioacchino  Murat" ONLUS

PIZZO.La “Gioacchino Murat” diventa associazione Onlus

Franco Russo PIZZO – Con la firma in calce all'atto notarile, da parte di 18 cittadini, l'associazione, che porta il nome di Gioacchino Murat, cognato di Napoleone Bonaparte, assume la veste giuridica di O.N.Lus. L'atteso documento, siglato nello studio del Notaio Giampiero Monteleone, a Vibo Valentia, dà dunque, alla «G. Murat», la denominazione di «Organizzazione non lucrativa di utilità sociale». I suoi scopi sono quelli di tutela, diffusione e promozione della cultura, in tutte le sue forme, difesa dell'ambiente e organizzazione e raccolta di tutto ciò che possa servire a tale finalità. L'importante atto, pone l'associazione «Gioacchino Murat», che conta già tra i suoi iscritti, oltre trenta persone come punto centrale di riferimento della vita di Pizzo e della sua attività culturale. Al più presto, l'Associazione inizierà, come previsto, la sua opera nel sociale. Il presidente, Giuseppe Pagnotta, a tal proposito, ha dichiarato di aspettarsi, e si augura di avere in questo, il sostegno e la collaborazione di tutti, per primi degli amministratori comunali, con l'individuazione anzitutto di una sede adeguata e consona alle molteplici attività che l'associazione stessa si prefigge di attuare. Il presidente Pagnotta ha detto che il comitato scientifico del sodalizio ha già varato un programma che caratterizzerà la presenza dell'associazione per tutto l'anno in corso, e che ha, come previsto, tra i suoi principali obiettivi, le attività di promozione culturale e sociale del territorio.

(dalla Gazzetta del Sud del 22 Marzo 2002)